Calciomercato Roma, Zeman: “Stekelenburg resta, Osvaldo titolare”

Calciomercato Roma – Zdenek Zeman è pronto a partire. La rosa che la società gli ha messo a disposizione lo ha già conquistato, e il boemo non ne fa mistero: “Questa Roma mi piace molto, penso che ce la possiamo giocare con tutte“, assicura il tecnico dal ritiro di Irdning. Il mercato non è ancora chiuso, ma sono già arrivati giocatori importanti: “Destro e Piris possono fare tanto, sono contento del loro arrivo. Balzaretti? Sono felice che sia arrivato, sul mercato lo cercavano praticamente tutti“. Insomma, l’allenatore giallorosso è soddisfatto di come si sta muovendo la dirigenza: “Io sto bene già così. Certo, si può migliorare in tutti i reparti, ma a me la rosa va bene così“.

De Rossi sta bene – Nelle ultime settimane si è parlato della possibile cessione di Stekelenburg, ma Zeman smentisce tutto: “È un ottimo portiere, non ho mai pensato ad una sua cessione. Ha avuto problemi fisici: sono contento che ce l’abbiamo, non è vero che non è adatto al mio gioco“. Nel suo tridente ci sarà sicuramente spazio per Osvaldo: “Per me lui è un titolare. Ha caratteristiche simili a quelle di Destro, entrambi possono giocare sia nel mezzo che sugli esterni. Destro è un po’ più mobile rispetto ad Osvaldo“. Buone notizie anche per quanto riguarda De Rossi: “Pensavo stesse peggio, invece sta bene e oggi si è aggregato al gruppo. Il suo ruolo? Dipenderà dalle situazioni“.

Fiducia in Romagnoli – Nel complesso, Zeman è molto contento della squadra e del lavoro che sta facendo: “Sono soddisfatto di quello che abbiamo fatto finora, poi è normale che ci siano dei problemini, ma sono piccoli e ci devono essere visto che non siamo in competizione. Nel complesso, comunque, sono soddisfattissimo“. In ritiro non ha portato Heinze (“E’ stata una scelta tecnico-tattica“), mentre ci sono i giovani Romagnoli e Lucca: “Su Romagnoli ho grossa fiducia anche se è un giocatore giovane, sta facendo bene, può fare parte della rosa. Lucca bisogna ancora valutarlo, agli stranieri serve più tempo per ambientarsi“.

Pier Francesco Caracciolo