Londra 2012, Atletica: lo sprinter Kim Collins si ritira

Londra 2012, Atletica. Lo sprinter di St. Kitts & Nevis Kim Collins ha annunciato il proprio ritiro su Twitter. L’ex-campione del mondo dei 100m e portabandiera della nazione caraibica nella cerimonia d’apertura di Londra 2012, ha postato questo messaggio sul famoso social network: “Quelli che mi hanno visto correre in Messico sappiano che mi hanno visto correre per l’ultima volte per il mio paese: anche ai detenuti si consente di vedere la moglie in prigione. Io voglio solo correre, ma non a queste condizioni, è l’unica cosa che so fare”. Collins stasera avrebbe gareggiato contro Bolt nella finale dei 100m.

I motivi dell’addio – Nel messaggio postato, si possono leggere i motivi che hanno spinto Collins ad abbandonare l’atletica. Alcuni giorni fa lo sprinter avrebbe incontrato la moglie ed il figlio fuori dal villaggio olimpico, senza avvertire i dirigenti di St. Kitts & Nevis. La cosa avrebbe fatto infuriare quest’ultimi, che l’hanno punito ritirandogli l’accredito. Collins a quel punto non c’ha visto più dalla rabbia, e non solo non ha corso le batterie dei 100m, che l’avrebbero qualificato alla finale di stasera, ma ha deciso di abbandonare tutto e tutti, incassando l’appoggio di tifosi ed atleti che la pensano come lui.

Simone Lo Iacono