Cede il sostegno dell’amaca, morto un uomo di 35 anni

L’aquila, sostegno amaca – Tragica fatalità si registra in Abruzzo, a L’Aquila per la precisione. Un avvocato milanese di 35 anni si trovava in giardino a Vittorrito, nella casa dei genitori della sua ragazza (i due si sarebbero sposati il prossimo settembre) e stava riposando su un’amaca legata ad una colonna fatta di blocchi di cemento. D’un tratto il sostegno che in un primo tempo appariva solido ha ceduto ed ha ucciso Enzo Scuglia, consigliere di zona 5 del Pdl, ed ha ferito il nipotino di cinque anni. La pesante colonna è crollata addosso alla vittima ed all’incolpevole nipotino: Enzo Scuglia è morto sul colpo, mentre danni lievi per il piccolo, ferito ad una gamba.

Soccorsi inutili – I soccorsi sono stati tempestivi: prima i parenti hanno cercato di rimuovere i pesanti blocchi caduti addosso alla sfortunata vittima, poi, una volta giunta sul luogo l’ambulanza, si è capito che per l’avvocato milanese non c’era più niente da fare e che il trasporto presso il più vicino ospedale sarebbe stato inutile. Diversa la situazione del nipotino di cinque anni che ha riportato soltanto alcune ferite ad una gamba ed è stato trasferito al vicino ospedale di Pescara. I carabinieri hanno aperto un’inchiesta sull’accaduto ma il magistrato non ha ritenuto necessario effettuare l’autopsia, così la salma è stata restituita alla famiglia. Dopo un breve sopralluogo i carabinieri hanno posto sotto sequestro l’area dove è avvenuta la tragedia.

Rosario Amico