Londra 2012, nel canottaggio licenziato il ct De Capua

Londra 2012, licenziato il ct – I ragazzi del canottaggio sono tornati da Londra con tanta rabbia e critiche. Situazione che ha portato quasi ad un naturale licenziamento del ct Giuseppe De Capua. Il consiglio federale si è riunito con procedura d’emergenza per analizzare quanto successo in queste ultimi e discutere la situazione tecnica nel suo complesso. Il clima teso all’interno della nazione con tanto di accuse al settore tecnico della coppia Sartori-Battisti, in grado di conquistare l’argento rivendicando l’assoluta autonomia negli allenamenti e prendendo le distanze dal commissario tecnico. Ed ecco quindi il comunicato dal presidente Enrico Gandola: “Il Consiglio della Federazione Italiana Canottaggio si è riunito ieri sera a Milano per analizzare e discutere la situazione tecnica all’esito dei Giochi Olimpici di Londra 2012. Nel corso della sessione ha preso atto del lavoro svolto con impegno e professionalità da parte dei Commissari Tecnici dei settori olimpici rimandando la valutazione dei risultati conseguiti al termine della stagione agonistica in corso”

Grave disagio – Dunque non si vuole arrivare a conclusione affrettate, anche se “…sussiste una situazione di grave disagio all’interno del settore senior maschile” fa sapere la federazione. “Questo turbamento, alla vigilia del Mondiale di Plovdiv e a poco più di un mese dagli Europei di Varese, impone al Consiglio, al termine del progetto olimpico, una sofferta decisione. Pertanto, pur ringraziandolo per il lavoro svolto e per i risultati complessivamente ottenuti nel quadriennio la federazione solleva dall’incarico De Capua”. Per adesso il coordinamento degli allenatori in vista dei prossimi impegni è affidato al dt Antonio Alfine, mentre per il successore si parla del ct della squadra juniores Romagnoli, il ct della Grecia Postiglione e Cattaneo, l’allenatore della coppia medagliata Sartori-Battisti.

Riccardo Cangini