Troppa siccità: gavettoni proibiti a Scarlino

Siccità, gavettoni proibiti – Scarlino è un comune in provincia di Grosseto il cui sindaco ha emesso una singolare ordinanza, specialmente in questo periodo estivo caratterizzato da clima torrido. Causa siccità, il primo cittadino di Scarlino Maurizio Bizzarri ha emesso un’ordinanza che vieta i gavettoni ed i giochi d’acqua per Ferragosto: chi non dovesse rispettare tale regola incorrerà in una multa di euro 50. Lo stesso sindaco precisa i motivi di un tale provvedimento proprio attraverso Facebook: “vista l’emergenza idrica, i ragazzi non me ne vorranno se con questa ordinanza viene specificatamente vietato e sanzionato ogni utilizzo dell’acqua potabile, anche da utenza privata, diverso da quello domestico, alimentare ed igienico“.

Responsabilità – Il gavettone è uno degli scherzi estivi più diffusi e chissà che ferragosto sarà questo per gli abitanti di Scarlino senza poter cogliere un amico di sorpresa alle spalle con dell’acqua ghiacciata. Esiste già un’ordinanza del 2009 che vieta lo spreco d’acqua, ma la nuova integrazione del 14 agosto 2012 oltre a ordinare la disattivazione di rubinetti e approvvigionamenti pubblici di acqua potabile, introduce il divieto di effettuare scherzi d’acqua. Conclude il sindaco su Facebook: “In occasione del Ferragosto vige l’usanza del gavettone d’acqua. La sanzione prevista dal Testo Unico è 50 euro, ma sono sicuro che tutti saranno responsabili e che prevarrà il buon senso“.

Rosario Amico