Afghanistan: si schianta elicottero Nato, morti 11 soldati

Un elicottero Black Hawk delle forze Nato, si è schiantato nel sud dell’Afghanistan, precisamente nel distretto di Shah Wali Kot, nella provincia meridionale di Kandahar, provocando la morte di 11 militari. A bordo del velivolo si trovavano quattro membri della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza, tre soldati degli Stati uniti, e tre delle forze afghane, oltre a un interprete civile afgano, secondo quanto comunicato da una nota dell’Isaf, International Security Assistance Force.

La zona nella quale l’elicottero è precipitato si trova tra le province di Zabul e Uruzgan, notoriamente baluardi difensivi dei ribelli talebani, e la rivendicazione del gruppo non è tardata ad arrivare. Le forze militari starebbero vagliando l’attendibilità della rivendicazione, in quanto spesso i gruppi armati tendono a esagerare le proprie vittorie per ottenere una maggiore presa sulle popolazioni, rendendosi protagonisti di episodi nei quali in realtà, non hanno nessuna responsabilità.

Con l’incidente di oggi sale ulteriormente il numero di vittime dell’ultima settimana, provocate prevalentemente da attentati suicidi che sono arrivati a provocare la morte di 63 civili in un solo giorno. I kamikaze agiscono in luoghi molto frequentati, soprattutto nei mercati, dove riescono a colpire un grande numero di persone. Nell’agosto del 2011 un gruppo di talebani aveva abbattuto un Chinook Ch-47 da trasporto, causando la morte di tutte le 38 persone a bordo, compresi 25 soldati della Nato impiegati per le operazioni speciali.

Marta Lock