Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Esercito: vietati tatuaggi osceni e pircing

Esercito: vietati tatuaggi osceni e pircing

L’Esercito italiano ha ufficialmente emesso una direttiva che vieta tatuaggi osceni, razzisti, discriminatori o a sfondo sessuale, in aggiunta alla precedente che vietava tatoo di ogni genere e piercing nelle zone visibili, per tutti i militari. Lo Stato maggiore considera la decisione come fondamentale per prevenire situazioni che possano ledere il decoro dell’uniforme indossata.

Le prime verifiche saranno effettuate in fase di selezione del personale desideroso di arruolarsi, e continueranno poi con controlli periodici, per dare la possibilità ai Comandanti di avviare un provvedimento volto all’adozione di un provvedimento disciplinare a carico del militare contravventore della disposizione. Nei casi in cui la violazione sia di particolare gravità, come per esempio in caso di tatuaggi con contenuti offensivi per le istituzioni, da ledere l’interesse generale dell’amministrazione, potrebbe essere applicata anche una sanzione disciplinare di stato.

Questo perché i militari dell’Esercito si trovano sempre più di frequente impegnati in operazioni internazionali durante le quali entrano in contatto con popolazioni civili e contingenti multinazionali con usi, costumi, cultura e religioni spesso molto diversi da quelli che caratterizzano gli italiani o, più in generale, gli occidentali. In quei casi la presenza di evidenti segni esteriori, come appunto tatuaggi e piercing, potrebbero generare un senso di diffidenza o di fastidio in civili o militari appartenenti ad altri Paesi nei quali queste pratiche sono disapprovate.

Marta Lock