Un falso allarme bomba rovina l’uscita nelle sale USA del film I mercenari 2

Allarme infondato – Dopo la sparatoria avvenuta ad Aurora, California, durante le prime proiezioni del film Il cavaliere oscuro – Il ritorno, negli Stati Uniti c’è ancora un clima poco sereno e si discute sull’acquisto di armi e munizioni senza troppe difficoltà. Non desta quindi sorprese il fatto che la polizia abbia preso seriamente una telefonata anonima minacciosa ricevuta nella notte di giovedì nella centrale di Columbus, in Georgia.
In tutto il paese agenti in polizia stanno hanno  quasi sorvegliato le proiezioni del film I mercenari 2, dopo che qualcuno ha avvertito di possibili bombe posizionate nelle sale Carmike Cinemas.

Controlli ovunque – I responsabili della Carmike hanno coordinato la situazione in collaborazione con l’FBI e gli agenti locali per assicurare che ogni cinema fosse sicuro. Dopo aver controllato ogni sala non è stato trovato nulla di pericoloso o identificabile come possibile minaccia.
Il falso allarme ha però dato vita ad un’investigazione federale per capire chi e perché ha cercato di creare ansie e paure, a così breve distanza da quanto avvenuto ad Aurora.
La catena di cinema Carmike è la quarta per numero di sale negli Stati Uniti, è presente principalmente in aree rurali o suburbane, e ha immediatamente ringraziato chiunque abbia partecipato all’indagine.

Beatrice Pagan