Torino: libro su omcidio prostituta, arrestato l’autore

Si chiama “La rosa e il leone”. Il libro descrive l’omicidio di una prostituta nigeriana avvenuto nel torinese, per filo e per segno. Secondo i carabinieri fin troppo per essere “solo” un libro.  E così scattano le indagini che, ricollegando la storia del manoscritto ad un reale caso di cronaca nera, giovedì scorso hanno portato all’arresto di Daniele Ughetto Piampaschet, 34 anni. Arresto convalidato nelle ultime ore. Secondo gli inquirenti sarebbe stato proprio lui ad uccidere una prostituta di origine africana, il cadavere della quale fu ritrovato alcuni mesi fa dalle forze dell’ordine. I particolari contenuti nel libro erano infatti troppi per non destare sospetti. Il corpo della donna fu ripescato lo scorso febbraio nel Po, nei pressi di San Mauro Torinese.

Una vicenda piuttosto strana. Le indagini dei carabinieri di cui ha dato conto il quotidiano torinese La Stampa, rivelerebbero come nell’opera letteraria venisse raccontata in modo ultra-particolareggiato la storia d’amore che Piampaschet avrebbe vissuto con Anthonia Egbuna, che poi avrebbe ucciso a coltellate, anche se nel libro si parla di omicidio ” a colpi di fucile”. Sarebbe stato lui, sempre secondo gli inquirenti, a gettare anche il cadavere nel fiume, una volta compiuto il delitto. La donna si prostituiva tra Carignano e Torino. Ad emettere l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stato il Gip Massimo Scarabello, accogliendo la richiesta del Pm Vito Destito, secondo il quale sussiste sia il “pericolo di fuga” che quello di “reiterazione del reato“.

A.S.