Guardia di Finanza: controlli a tappeto su giochi e scommesse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:11

I controlli a tappeto effettuati dagli uomini della Guardia di Finanza sul settore giochi e scommesse scattato nell’ultima settimana delle Olimpiadi, ha portato alla luce ben centinaia di videopoker illegali e decine di centri di scommesse non autorizzati. Su tutto il territorio nazionale sono stati controllati 2000 esercizi e contestate 400 violazioni.

Nel dettaglio sarebbero stati 233 i videopoker illegali, 74 i centri di scommesse non autorizzati, e 185 le persone denunciate. Le verifiche erano scattate durante l’ultima settimana dei giochi olimpici, proprio per tenere d’occhio il settore delle scommesse sportive, che hanno permesso di scoprire una raccolta di puntate illegali attraverso l’utilizzo di agenzie clandestine, operanti anche per conto di allibratori esteri privi di autorizzazione. Molte anche le lotterie fasulle e i siti di gioco collocati all’estero per sfuggire ai controlli ed al pagamento delle imposte al Monopolio di Stato.

Il collegamento telematico degli esercenti onesti permette un maggiore e più dettagliato monitoraggio delle banche dati, del corretto funzionamento degli apparecchi di gioco, come nel caso dei videopoker, e l’identità dei giocatori, permettendo quindi di far rispettare anche le norme relative alla tutela dei minori. L‘illegalità dei giochi e delle scommesse ha delle gravi ripercussioni sul gettito fiscale complessivo, perciò l’attività degli uomini della Guardia di Finanza è fondamentale per tutelare il libero mercato, impedendo ai gestori onesti di subire la concorrenza sleale di chi non rispetta le regole.

Marta Lock

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!