Barcellona-Real Madrid 3-2, che show la Supercoppa di Spagna

Barcellona-Real Madrid 3-2 – Il primo clasico va a Tito Vilanova. Nella gara d’andata della Supercoppa di Spagna, il Barcellona si impone sul Real Madrid con il risultato di 3-2. Dopo un primo tempo sonnolento, la ripresa è un vero spettacolo: si parte con Cristiano Ronaldo, che al 10′ sfrutta un corner da destra di Ozil e infila di testa. Il vantaggio dei blancos dura lo spazio di un minuto: lancio millimetrico di Mascherano, Pedro controlla a seguire e infila in diagonale. Da qui in avanti è solo Barça: Sergio Ramos stende Iniesta in area, Messi si presenta sul dischetto e spiazza Casillas. Poco dopo la mezz’ora Iniesta – di gran lunga il migliore in campo – trova un corridoio per Xavi, che tutto solo davanti al portiere non può sbagliare. Tutto finito? Macché: Victor Valdes controlla male un retropassaggio di Adriano, Di Maria ringrazia e firma il gol del definitivo 3-2.

Mourinho attacca l’arbitro – Persa la partita, José Mourinho se la prende con l’arbitro: “Il primo tempo non mi è piaciuto, il Barcellona è stato superiore. Nel secondo, invece, l’incontro è stato bello, ho apprezzato tutte e tre le squadre (il riferimento, ovviamente, è alla terna arbitrale, ndr). L’unica cosa che non mi è piaciuta è stato il primo gol del Barça, perché è stato un errore del guardalinee“. Da parte sua, Tito Vilanova la prende con maggior filosofia, anche se poi non risparmia una stoccata al rivale: “Non c’è niente di definitivo dopo questo 3-2, è un buon risultato perché abbiamo vinto e nella gara di Madrid loro saranno obbligati a segnare. Avremmo potuto vincere con un margine più ampio, ma il risultato finale è giusto. D’altronde, con il Real Madrid neanche il 3-1 avrebbe chiuso la sfida in vista del ritorno. Mourinho parla dell’arbitro? Non mi sorprende“.

Pier Francesco Caracciolo