Home Sport

MotoGP, Pedrosa vince a Brno piegando Lorenzo. Rossi 7°

CONDIVIDI

MotoGP, vince Pedrosa – Siamo al giro di boa del mondiale, sia per quanto riguarda le gare rimanenti che per il destino stesso di questo mondiale 2012. Il titolo pareva essere una contesa tra Stoner e Lorenzo, con Pedrosa inerme terzo tra utili piazzamenti. Ed invece proprio quest’ultimo qui a Brno si è imposto con grinta ed efficacia, dando vita un duello tutto spagnolo per il titolo della classe regina. Con Casey fuori gioco per infortunio, ora Lorenzo dovrà battaglia contro Dani e non sarà per nulla una sfida facile. Prova di questo la gara sul circuito della Repubblica Ceca, con il pilota della Repsol Honda bravissimo a portarsi in testa all’undicesimo giro per poi gestire moto e pneumatici in vista dei giri finali. Pedrosa infatti aveva messo in conto il duello con Jorge, fatto puntualmente accaduto all’ultimo giro all’ingresso dello “Stadion”. Ma il colpo è stato non solo incassato ma prontamente risposto, con un sorpasso all’ingresso della variante che ha sorpreso Jorge, portando così a tre il numero di vittorie in questa stagione per il pilota dell’HRC.

Classifica – Ora la vetta dista soli 13 punti e tutto è ancora possibile. Cul Crutchlow a podio per prima volta in carriera tra le MotoGP, con un terzo che onorar al meglio il rinnovo contrattuale con Yamaha Tech 3 per il 2013, precedendo il compagno di squadra e futuro ducatista Andrea Dovizioso (4°), le Honda clienti di Stefan Bradl (5°) e Alvaro Bautista (6°), così come Valentino Rossi finito settimo nonostante le sensazioni positive riscontrate nei turni di libere e qualifiche. Per le “CRT” vince Randy De Puniet con il team Aspar che si porta a casa pure la doppietta grazie al secondo posto di Aleix Espargaro. Michele Pirro 14esimo e finalmente a punti dopo una serie di gare negative. Fuori invece Mattia Pasini, 16° e Danilo Petrucci, 17° e doppiato causa soprattutto una Ioda in estrema difficoltà. Ecco la classifica finale.

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 22 giri in 42’51.570
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.178
03- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 12.343
04- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 18.591
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 25.582
06- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 29.451
07- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 34.514
08- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1’04.285 (CRT)
09- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – + 1’08.278
10- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1’09.972 (CRT)
11- Toni Elias – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 1’10.003
12- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’24.040 (CRT)
13- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 1’27.898 (CRT)
14- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 1’36.165 (CRT)
15- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 1’40.565 (CRT)
16- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 1’41.226 (CRT)
17- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – a 1 giro (CRT)

Riccardo Cangini