Ecco il “decretone”: stop alla vendita di sigarette ai minori

Decretone, sigarette minori – “Chiunque vende o somministra i prodotti del tabacco ai minori di anni diciotto – si legge nella bozza del decreto – e’ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro. Se il fatto e’ commesso piu’ di una volta si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 2.000 euro e la sospensione, per tre mesi, della licenza all’esercizio dell’attivita“, è il contenuto del cosiddetto “Decretone” voluto dal Ministro Balduzzi che vieterà la vendita di sigarette ai minori di anni 18 e che dovrebbe arrivare in Cdm venerdì. Con il nuovo decreto sarà fatto obbligo al venditore di chiedere all’acquirente un documento che dimostri l’età anagrafica. Inoltre, entro 18 mesi dall’entrata in vigore del decreto i distributori automatici di sigarette dovranno essere adeguati alle nuove direttive.

Sigarette e non solo – Ma le sigarette non saranno le uniche ad essere toccate dal decreto che introdurrà anche nuove tasse su bibite e superalcolici: “e’ introdotto per tre anni un contributo straordinario a carico dei produttori di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti e con edulcoranti, in ragione di 7,16 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato, nonche’ a carico di produttori di superalcolici in ragione di 50 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato. Il ricavato sara’ destinato al finanziamento dell’adeguamento dei livelli essenziali di assistenza“. Un ultimo punto riguarda infine i videopoker, che non potranno essere installati all’interno di un raggio di 500 metri da istituti scolastici o altre strutture frequentate principalmente da giovani.

Rosario Amico