Omicidio di Lignano: ad uccidere i coniugi un uomo e una donna

Omicidio coniugi Lignano – L’ipotesi della rapina è stata scartata, le indagini adesso si spostano all’interno della famiglia. Nel frattempo sono arrivati i primi risultati delle indagini dei Ris che hanno rilevato due Dna diversi: a compiere il duplice omicidio sarebbero stati un uomo ed una donna. Gli investigatori sembrano star percorrendo la strada giusta per far luce sul duplice omicidio di Paolo Burgato e Rosetta Sostero, i coniugi di Lignano Sabbiadoro trovati morti nel locale lavanderia-garage della propria abitazione. Sul luogo del delitto i Ris hanno trovato due Dna diversi, uno maschile ed uno femminile: sarebbero loro gli efferati assassini dell’anziana coppia.

Una luce nel tunnel – Un duplice omicidio commesso non allo scopo di compiere una rapina, dal momento che gli averi dei due coniugi non sono stati toccati. Mistero e riserbo allora sul movente dell’uccisione: i soldi erano nascosti in soffitta, un locale però dove sembra che gli aggressori non abbiano mai messo piede. Si indaga all’interno della famiglia. Secondo la ricostruzione della dinamica dei fatti, uno dei banditi avrebbe immobilizzato la donna, mentre il marito sarebbe stato trasposrtato ai piani superiori. Infine, entrambi i coniugi sono stati abbandonati in un lago di sangue e nessuno dei vicini ha sentito nulla. Le indagini proseguono, ma i risultati dei rilievi dei Ris hanno aperto uno spiraglio nel mistero di questo giallo. Vi terremo informati su nuovi sviluppi.

Rosario Amico