Nasa: Curiosity invia la prima voce umana da Marte

Curiosity, missione NASA – Curiosity è il rover della Nasa in missione da qualche settimana ormai su Marte. Lo scopo dell’invio del robot sul pianeta rosso è innanzitutto quello di indagare l’eventuale presenza o meno di acqua sul pianeta. In secundis, il rover Curiosity è in grado di raccogliere pietre e campioni gassosi per analizzarli: il tutto condito dall’invio di numerose foto sulla Terra dell’orizzonte marziano. Oggi la missione marziana del rover si arricchisce di un altro primato: un messaggio preregistrato di Charles Bolden è stato inviato da Marte e ricevuto sulla Terra: non era mai successo e per Curiosity si tratta di un altro primato tecnologico.

Voci dallo spazio – “Ciao. Qui è Charles Bolden, capo amministratore della Nasa, che vi parla via radio dal rover Curiosity, che si trova attualmente sulla superficie di Marte“, queste le poche parole di Bolden provenienti da Marte. La missione di Curiosity è iniziata molti mesi or sono: la sonda ha percorso più di 560 milioni di chilometri viaggiando per otto mesi prima di atterrare  sulla superficie marziana lo scorso 6 agosto. Non solo l’America, ma il mondo intero ha seguito con grande attenzione prima lo sbarco del robottino e poi i primi momenti di Curiosity su Marte, dall’aggiornamento software necessario per iniziare a muoversi sul suolo marziano fino al re-invio di una mail vocale con la voce di Charles Bolden. E non è tutto, la missione prosegue.

Rosario Amico