Siria, Assad in tv: Passi avanti, ma la fine della crisi non è vicina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:15

Assad e il complotto nei confronti della Siria – Dopo essere tornato a parlare  della guerra civile in corso nel Paese tra le forze del regime e i ribelli ormai dal marzo scorso, riferendosi alla cooperazione fra i Paesi occidentali e alcuni stati arabi come un complotto nei confronti della Siria, Assad interviene in tv con un’intervista alla tv privata filo regime Addouniya.

Il presidente in tv deciso a non mollare, ma la fine della crisi non è vicina“La situazione sta migliorando ma la fine della crisi non è vicina”, ha detto Assad, proseguendo: “Stiamo combattendo una guerra regionale e mondiale a cui possiamo metter fine”, “l’espressione che sintetizza la situazione è che stiamo facendo passi in avanti”. “Dobbiamo forse tornare indietro a causa dell’ignoranza di alcuni responsabili turchi – ha detto ancora il presidente – oppure dobbiamo cercare rappresaglia nei confronti del popolo turco che, nonostante le interferenze mediatiche e finanziarie, è stato con noi durante tutta la crisi?”.

Altro attentato a Damasco, 27 morti – Intanto le vittime continuano a salire, è di 27 morti, e decine di feriti, il bilancio dell’autobomba esplosa ieri nella zona sud di Damasco: più di 4mila morti in meno di un mese e le denunce di eccidio da parte dell’ Osservatorio siriano dei diritti umani continuano.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!