Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Parma: incendi dolosi ai ripetitori del telefono

CONDIVIDI

Nella notte scorsa hanno preso fuoco due ripetitori telefonici di Bianconese di Fontevivo, in provincia di Parma, e, secondo gli inquirenti, gli incendi sarebbero di origine dolosa. Intorno alle 6 del mattino, i vigili del fuoco sono stati allertati da alcuni passanti, che hanno notato del fumo alla base di un’antenna situata alle porte del paese, a poca distanza dall’autostrada.

Per appiccare le fiamme sarebbe stato usato del liquido infiammabile posto all’interno della cancellata di protezione della centralina. L’intenzione dei piromani era di bruciare le sterpaglie che avrebbero poi propagato le fiamme fino a raggiungere la centralina sopra la quale si erge la torre del ripetitore. Sulle pareti metalliche hanno lasciato la rivendicazione del sabotaggio con una scritta nera, a spray, “Marco Camenisch libero” e la A nel cerchio, simbolo degli anarchici.

Camenisch è un rivoluzionario ecologista svizzero, che compì diverse azioni di sabotaggio di impianti energetici tra gli anni Settanta e Ottanta. Dal 1991 si trova in carcere in Svizzera per scontare la condanna per l’omicidio di una guardia di frontiera. Quindi la matrice degli attentatori sarebbe quella anarchico-ambientalista. I piromani hanno appiccato il fuoco anche in un altro ripetitore di Bianconese, e, nel secondo caso, le fiamme sono riuscite ad annerire il fusto dell’antenna e a danneggiare i fili elettrici alla sua base, mentre un terzo impianto, situato poco distante, non è stato toccato.

Marta Lock