A Roma La Puglia Suona Bene: 5-6 settembre Auditorium Parco della Musica

Puglia Suona Bene – Puglia, terra di mare e spiagge, buona cucina e vino pregiato ma anche fucina di musicisti che da Modugno ai Negramaro hanno regalato, negli anni, intense pagine di grande musica. la Puglia è infatti una regione ricca di contaminazioni e punto d’incontro delle più diverse influenze culturali, capace di accogliere al suo interno un melting pot di suoni promuovendo molte tra le più ricche e innovative realtà musicali, da quelle ispirate al tradizionale repertorio della pizzica salentina a quelle legate alle tendenze contemporanee. E per valorizzare le nuove “leve” artistiche e i suoni made in Puglia, per il secondo anno consecutivo, la Fondazione Musica per Roma riapre la stagione con una due giorni interamente dedicata al meglio della scena musicale pugliese in un mix di esperienza e nuove leve del cantautorato pugliese. Il 5 e il 6 settembre, infatti, presso il nuovissimo spazio aperto dei Giardini Pansili dell’Auditorium si terrà la seconda edizione di La Puglia Suona Bene, in un sarabanda di suoni, luci e colori che vedrà per protagonisti: le sonorità indie dei Fabyka al rock de La Fame di Camilla, l’electro pop dei Serpenti, i suoni riletti e contaminati di Raiz e Radicanto e Canzoniere Grecanico Salentino.

Artisti 5 settembre –  Nel primo dei due giorni della manifestazione, il 5 settembre, è in programma un triplo concerto che accoglierà, a partire dalle 20.30, i Fabrykara, un laboratorio musicale dall’attitudine indie pop, dalle esperienze elettroniche e le ambizioni internazionali che negli anni si è costruito un sound originale fatto di atmosfere malinconiche, romantiche che si fondono in sonorità più acustiche e ritmi più incalzanti, energici valicando così i confini del folck rock indipendente e del pop internazionale. A seguire La Fame di Camilla, la band barese che vanta già la partecipazione all’Heineken Jammin’ Festival suonando sullo stesso palco di Stereophonics, The Cranberries ed Aerosmith, si presenta sul palco dell’Auditorium per presentare al pubblico capitolino un repertorio variegato che spazia dal pop cantautorale all’alternative, dalla psichedelia al pop-rock, dai suoni tipicamente Radiohead ai Coldplay. Chiudono la prima serata, I Serpenti, il progetto creato da Luca Serpenti e Gianclaudia Franchini, vincitori con  il primo singolo del 2008, Sinuoso Vortice, del concorso per artisti emergenti Nokia Trends Lab. Il sound del duo si sviluppa attraverso ritmiche dance, suoni elettronici, testi ammiccanti e melodie dal marcato richiamo pop.

Artisti 6 settembre – Il 6 settembre, invece, spazio a Radicanto e Canzoniere Grecanico Salentino. I primi, accompagnati sul palco dalla voce di Raiz, presenteranno il nuovo progetto Casa. Una casa sonora, una musica immaginaria mediterranea, brani d’autore di Raiz e degli Almamegretta riletti con ritmicità ed eleganza in una chiave destrutturata e riportata in filigrana alla propria essenza. Chiude la manifestazione il più importante gruppo di musica popolare salentina, il Canzoniere Grecanico Salentino, il primo ad essersi formato in Puglia e che reinterpreta in chiave moderna le tradizioni che ruotano attorno alla celebre pizzica tarantata rituale.

Dario Morciano