Siria, Khamenei: Usa e Israele i responsabili del conflitto

Siria, Ban Ki-moon: Tutte le parti interrompano le violenze – Tiene ancora col fiato sospeso la drammatica situazione siriana. Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha esortato ”tutte le parti a cessare tutte le forme di violenza”, ”con la responsabilità principale nelle mani del governo di interrompere l’utilizzo di armi pesanti. Ban Ki Moon, parlando a Teheran a margine del summit dei Paesi Non-Allineati, si è rivolto al premier siriano Wael al-Halaqi e al ministro degli Esteri Walid Muallem, sottolineando che ‘‘l’importante è che ora tutte le parti interrompano le violenze. Tutti coloro che forniscono armi la smettano”.

Khamenei: Sono Usa e Israele i responsabili del conflitto – Di tenore opposto sono le parole pronunciate dall’Ayatollah Ali Khamenei, Guida Suprema dell’Iran (il principale alleato del regime siriano), secondo il quale gli Stati Uniti e Israele sono i responsabili del conflitto che affligge la Siria, in quanto ”inondano di armi e sostengono finanziariamente” i ribelli. Parlando a margine del medesimo summit del Paesi Non-Allineati, Khamenei ha avuto modo di incontrare il premier siriano Wael al-Halaqi, che ha ringraziato l’Ayatollah per il supporto dell’Iran e ha assicurato che il governo siriano è determinato ad affrontare tutti i gruppi terroristici e a liberare le aree occupate da questi gruppi proseguendo con le riforme politiche e il dialogo nazionale”.