Inter, Stramaccioni non cerca rivincite: “Alla Roma dico grazie”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:35

Alla ricerca di conferme. Dopo l’ottimo inizio di campionato, con la bella vittoria in quel di Pescara, l’Inter si appresta ad affrontare il primo big-match della stagione. Di fronte ci sarà la Roma, società che Andrea Stramaccioni conosce molto bene: “Non cerco rivincite – assicura il tecnico nerazzurro –, alla Roma dovrò dire sempre e solo grazie. Se sono diventato un professionista e ora sono qui lo devo ai sei anni fatti nella Capitale. Ora, però, si è aperta una nuova fase della mia carriera: domani sera voglio vincere“. Non sarà facile, contro la squadra giallorossa, ma Stramaccioni dà l’impressione di essere tranquillo: “Non sono preoccupato. Ho molto rispetto per qualsiasi avversario, ma proveremo a vincere la partita perché anche noi siamo una grande squadra e vogliamo dimostrarlo sul campo“.

Mercato intelligente – Pochi minuti fa, in conferenza stampa, Zeman ha svelato di essere stato contattato da Moratti. Il tecnico dell’Inter non sembra infastidito: “Quando lui allenava, io non ero ancora nato. Il mister è il mister: è un precursore, gli ho detto di persona quanto lo ammiro. Io sto ancora cercando di diventare un allenatore di serie A“. Ma la Roma non è solo Zeman: “Domani arriva a San Siro una grande squadra, con grandi giocatori. Sarà un test importante, ma il risultato non sarà decisivo“. Ieri si è chiuso il calciomercato, Stramaccioni è soddisfatto di quanto ha fatto la dirigenza nerazzurra: “E’ stato un mercato intelligente. E’ vero, non abbiamo un’altra prima punta oltre a Milito, ma quando sono sfumati i nostri obiettivi ho rifiutato le cosiddette ‘occasioni’. Abbiamo gettato le basi per il futuro: per noi questo è un anno zero“.

P. F. C.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!