Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

No Tav: scontri nella notte

CONDIVIDI

Scontri tra forze dell’ordine e manifestanti No Tav nella notte di Chiomonte, quando gli attivisti, dopo essersi avvicinati al cantiere della Torino-Lione, hanno lanciato pietre e oggetti all’interno dell’area recintata. I manifestanti, attrezzati con maschere antigas o con i volti coperti da caschi e passamontagna, come riferito dalla Questura, avrebbero tagliato la rete di recinzione e abbattuto una parte del muretto in cemento, creando un varco dal quale avrebbero tentato di entrare all’interno dell’area.

I No Tav sarebbero partiti da Giaglione e, attraverso i sentieri della val Clarea, giunti a Chiomonte, nell’area del cantiere, intorno alla mezzanotte, mentre un altro gruppo ha deciso di intraprendere il cammino dal campeggio allestito nei pressi della centrale elettrica di Chiomonte, dal quale, nei giorni scorsi, era stato annunciato l’inizio ufficiale del progetto “Valsusa, università delle lotte”, progetto nato dalla necessità di confronto e discussione sul tema dei saperi e del loro utilizzo nelle lotte, così come spiega un comunicato pubblicato sui siti del movimento. Oggi è prevista l’assemblea nazionale conclusiva del progetto.

Gli uomini delle forze dell’ordine, di presidio sia nell’area del cantiere che in quello del sito archeologico della Maddalena, hanno lanciato lacrimogeni e getti di acqua degli idranti, per femare l’avanzata dei manifestanti, circa 300 in tutto, riuscendo a metterli in fuga e disperderli nel bosco. Subito dopo il loro allontanamento, gli addetti hanno provveduto a chiudere il varco nella recinzione.

Marta Lock