Terremoto: scossa in provincia di Arezzo e in Basilicata

Sono state registrate scosse di terremoto in diverse zone del Centro Sud della nostra penisola nel corso di questa notte. Intorno alla mezzanotte e 30 se ne è verificata una di magnitudo 3.0 della scala Richter, nella provincia di Arezzo, distintamente avvertita dalla popolazione, che ha intasato i centralini della Protezione civile, senza, per fortuna, aver provocato danni a persone o cose. L’epicentro è stato individuato nella zona tra Chiusi della Verna, Chitignano e Caprese Michelangelo.

Due scosse sono state registrate dai sismografi tra le provincie di Cosenza e di Potenza, al confine tra Calabria e Basilicata, la prima di magnitudo 2.6 intorno all’1 e 17 di questa notte, mentre la seconda, di magnitudo 2.0, è stata registrata alle 4 e 07. Le località più prossime all’epicentro sono Mormanno, Laino Castello, Laino Borgo e Rotonda. Anche in questo caso non risultano danni a persone o cose. La zona nella quale si è verificato il sisma è nota ai tecnici dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, come distretto sismico del Pollino.

Questa mattina intorno alle 8 è stata rilevata una scossa di magnitudo 2.4 è stata in Emilia Romagna, più precisamente tra le province di Mantova, Reggio Emilia e Modena. I comuni più vicini all’epicentro sono Moglia, Pegognaga, Gonzaga, Reggiolo e Rolo, Concordia, Novi e San  Possidonio. L’ultima precedente scossa nell’area, con epicentro nella zona di Finale Emilia, era stata registrata alle 10 e 53 di giovedì, con magnitudo 2.3.

Marta Lock