Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Crisi economica: a rischio 180mila posti di lavoro

Crisi economica: a rischio 180mila posti di lavoro

La previsione per l’autunno è una delle peggiori degli ultimi anni, sarebbero infatti 150 i tavoli di crisi aziendale in corso di discussione al Ministero dello sviluppo economico, con un conseguente rischio di perdita del lavoro per 180mila persone. Il dato è relativo, per la maggior parte, alle grandi realtà industriali del nostro paese come Carbosulcis e Alcoa, i casi più eclatanti, ma anche altre passate più in sordina come quelle del settore elettrodomestici, con Electrolux, Indesit, Antonio Merloni in forte difficoltà, a quelle del settore aereo, con Windjet, che ha provocato fortissimi disagi ai passeggeri poco meno di un mese fa, e Meridiana.

In grossa difficoltà anche la produzione del comparto ferroviario che vede coinvolte Ansaldo Breda e Firema, l’Ict e il tessile, anche qui si parla di nomi noti come Miroglio e Sixty mentre è da poco stata trovata una soluzione alla crisi di Golden Lady-Omsa. Il Governo sta cercando di trovare soluzioni alle varie vertenze in corso ma allo stato attuale, tra cassa integrazione, mobilità, ed esuberi si raggiunge la cifra di 180mila posti di lavoro a rischio.

In forte difficoltà anche il settore tessile, che ha visto la chiusura, già attuata o in corso di definizione, di decine di piccole aziende nelle quali sono impiegate diverse migliaia di lavoratori, soprattutto donne, e quello delle costruzioni, segnalato come uno dei settori più in sofferenza a causa del blocco degli investimenti pubblici, del calo delle compravendite e dell’aumento del costo dei mutui, oltre alla difficoltà con la quale le banche li concedono, che ha fatto registrare un calo per l’occupazione del 5,1% tendenziale nel secondo trimestre 2012 con un picco del 10,1% al Sud.

Marta Lock