Paralimpiadi: la Camellini serve il bis. Pistorius da record


Paralimpiadi – Dopo oro e record del mondo dei 100 stile libero, Cecilia Camellini fa lo stesso anche nei 50 stile libero categoria S11 (non vedenti), conquistando la medaglia d’oro e facendo registrare il nuovo primato mondiale alle Paralimpiadi in corso a Londra. La 20enne nuotatrice di Formigine, nel Modenese, fa sul serio fin dalle batterie mattutine, quando stabilisce il nuovo record del mondo con il tempo di 31’’15. Nella finale serale, abbatte il muro dei 31’’ (facendo fermare il cronometro a 30’’94) e si mette tutte le concorrenti alle spalle, conquistando così il secondo oro a queste Paralimpiadi, quarta medaglia complessiva per l’Italia in questa edizione. Alla Camellini sono giunti i complimenti di Luca Pancalli, presidente del Comitato Paralimpico Italiano: “Cecilia non smette mai di stupire. Vederla nuotare mi fa venire la pelle d’oca”.

Pistorius record – Se all’Acquatics Centre brilla la stella di Cecilia Camellini, all’Olympic Stadium la vera star è Oscar Pistorius, che non sta deludendo affatto le aspettative. Nella batteria di qualificazione dei 200 metri T44 (atleti amputati a un solo arto), ha stabilito il nuovo record del mondo della classe T43 (bi-amputati) con il tempo di 21’’30. E già stasera è in programma la finale, alle ore 22.15, dove l’atleta sudafricano ritroverà gli avversari di sempre: gli statunitensi Singleton e Leeper, il brasiliano Oliveira e il connazionale Fourie. Per Pistorius è già tempo di medaglie.

Miro Santoro