Premier League, 3^ giornata: ok il City, male il Tottenham


Premier League – Vince il Manchester City di Roberto Mancini nella terza giornata di Premier League e lancia l’inseguimento al Chelsea di Di Matteo, in testa a punteggio pieno. I Citizens battono – seppur con qualche affanno – il Qpr per 3-1. I campioni in carica si portano subito avanti al 16’ con una stoccata vincente di Yaya Tourè, sempre più faro del centrocampo di Mancini. I padroni di casa cincischiano troppo, sono pure sfortunati con Zabaleta che colpisce una traversa e al 59’ subiscono l’inaspettato pareggio a opera di Zamora. La reazione di Tevez e compagni però non si fa attendere: è lo stesso argentino a servire Dzeko che di testa mette alle spalle di Green, e non sono passati nemmeno due minuti. Nel finale, è sempre l’Apache a chiudere la partita con una deviazione involontaria su conclusione di Dzeko.

Tottenham pari – Non ingrana invece il nuovo Tottenham di Villas Boas, che gioca male e fa spazientire il pubblico di White Hart Lane, abituato a uno spettacolo decisamente migliore ai tempi di Redknapp. Contro il Norwich, gli Spurs non vanno oltre l’1-1. Dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0 grazie alle parate del 40enne Friedel, i padroni di casa passano in vantaggio con il neo acquisto Dembelè che batte il portiere avversario con un preciso diagonale sinistro. A cinque minuti dal termine, un altro sinistro preciso, da parte di Sondgrass, permette agli ospiti di pareggiare. Il Tottenham termina pure in 10 per l’espulsione di Huddlestone. Negli altri match, il West Ham, trascinato dalle giocate di Carroll (che non segna e si fa pure male) schianta 3-0 il Fulham di Berbatov, entrato nella ripresa. Cade l’Everton (2-0) in casa del WBA, mentre finiscono 2-2 Wigan-Stoke e Swansea-Sunderland. Oggi: Liverpool-Arsenal e Southampton-Manchester United.

Miro Santoro