Serie A, top e flop della 2^ giornata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:31

Top e flop – Il campionato di Serie A entra nel vivo, è già il momento dei primi verdetti. La 2^ giornata ci consegna una Juventus sempre più convincente: la squadra bianconera, sospinta da un super Giovinco (e da un aiutino arbitrale), sbanca Udine e si conferma la squadra da battere. Sorride il Napoli: dopo la vittoria del Barbera, la squadra partenopea si ripete contro una buona Fiorentina e rimane agganciata ai bianconeri. Bene anche la Lazio, con un Miroslav Klose in più: 3-0 al Palermo e 6 punti in classifica. Il colpo della 2^ giornata, però, non può che essere quello della Roma: la squadra di Zeman schianta l’Inter a San Siro e fa sognare il popolo giallorosso. Torna al successo il Milan, che soffre ma vince a Bologna grazie ad una tripletta di Pazzini.

I top di NewNotizie – Il numero uno della 2^ giornata non può che essere lui, Giampaolo Pazzini. Al Dall’Ara l’ex nerazzurro è devastante: si procura con furbizia un rigore che trasforma, poi si scatena e nel finale di gara realizza altri due gol che affondano Pioli. Ciliegina sulla torta, ieri è arrivata la chiamata di Prandelli in Nazionale. Al secondo posto troviamo Zdenek Zeman, che sbanca San Siro per la prima volta in carriera. La pallida Roma di Luis Enrique è solo un ricordo: i giallorossi schiantano l’Inter con una prova spavalda e scintillante, mettendo in mostra tutto il meglio del repertorio del tecnico boemo. Sul gradino più basso del podio c’è Andrea Consigli, capace di parare due rigori ai cagliaritani Larrivey e Conti nel giro di 8′. Sfortunato, esce per un colpo fortuito del compagno Stendardo, ma la sua rimane una domenica eroica.

I flop di NewNotizie – Il voto più basso non va ad un giocatore, bensì ad un terreno di gioco, nello specifico quello del San Paolo. Più che su un campo da calcio, sembrava di stare in spiaggia: qualche filo d’erba qua e là, per il resto soltanto sabbia. Complimenti a Napoli e Fiorentina, che ne hanno fatto venir fuori una gara comunque gradevole. Secondo posto per l’arbitro Paolo Valeri, che dopo meno di un quarto d’ora rovina (con lo sciagurato aiuto dell’assistente di porta Rizzoli) la partita tra Udinese e Juventus: il fallo da rigore di Brkic su Giovinco ci può stare, l’espulsione del portiere serbo assolutamente no. Terzo posto per il nuovo Palermo: dopo il pesante ko all’esordio contro l’incerottato Napoli, ieri sera è arrivata un’altra scoppola sul campo della Lazio. Più che i risultati, preoccupa il gioco (che non c’è): tra due settimane, contro il Cagliari, Sannino non può più sbagliare.

Pier Francesco Caracciolo

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!