Vieri: Inter e Telecom condannate per Spy story

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:20

Vieri, condannate Inter e Telecom. L’Inter e la Telecom dovranno risarcire Christian Vieri per un Milione di euro, per la presunta attività di spionaggio che avrebbe subito diverse stagioni fa, quando giocava ancora nella formazione nerazzurra. Il giudice civile Damiano Spera ha dato ragione a Vieri, che ha sempre sostenuto di essere stato spiato dall’Inter con l’acquisizione illecita dei suoi tabulati telefonici, e di essere stato anche controllato 24 ore su 24 per 6 o 7 mesi consecutivi da quattro o cinque persone. L’ex-bomber nerazzurro aveva chiesto addirittura un risarcimento di 12 Milioni alla Telecom, e di 9,250 Milioni all’Inter.

Teste chiave Tavaroli – L’elevata cifra richiesta da Vieri alle due società, era dovuta ai presunti danni morali che l’ex-bomber avrebbe detto di aver subito durante il pedinamento, e che aveva portato il giudice Spera a richiedere una perizia a degl’esperti, per poterli accertare. Il procedimento giuridico ha subito una brusca accelerata grazie alla testimonianza dell’ex-capo della security di Telecom e Pirelli Giuliano Tavaroli, che avrebbe confermato d’aver ricevuto all’epoca dei fatti contestati una telefonata dalla segreteria di Tronchetti Provera, e di aver girato la pratica Vieri ad un investigatore privato (Emanuele Cipriani), che doveva scoprire quali persone frequentasse l’ex-bomber dell’Inter.

Simone Lo Iacono