Genoa, Preziosi a ruota libera: Borriello, mercato e una sorpresa

Genoa, Preziosi- Una vittoria all’esordio contro il Cagliari seguita da una sconfitta sfortunata in casa del Catania: questo è l’inizio del campioanto del Genoa che, forse, ha raccolto meno di quanto seminato(se si considera anche l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Verona). Il presidente del Grifone, Enrico Preziosi, ai microfoni di Sky ha parlato di vari temi, tra cui proprio la debacle catanese e il ritorno di Borriello: “Abbiamo fatto una buona gara, avuto un po’ di sfortuna, ma siamo soddisfatti. Non siamo quelli dell’anno scorso, questo è certo. Per gli obiettivi che abbiamo, siamo sereni: Borriello non ha giocato, Vargas era alla prima partita. Vogliamo cancellare la scorsa stagione. Borriello? E’ uno dei migliori attaccanti di questo momento, ha solo bisogno di giocare con continuità, cosa che non ha potuto fare altrove. Ha le caratteristiche per essere uno dei migliori in Italia“.

Mercato e una sorpresa- Il presidente genoano, nel corso della stessa intervista, ha poi parlato di mercato, Scudetto e di una sorpresa calcistica: “Gilardino? E’ arrivato in una situazione difficile, poi si è fatto risucchiare dall’andamento della squadra. Gli episodi negativi hanno completato l’opera, ma è stato un campione del calcio italiano. Aneddoti del mercato? Siamo arrivati tardi su Gomez del Catania, ma abbiamo fatto tutto quello che volevamo. Nessuno ha sottolineato i valori di Melazzi. E’ del ’91, ma è un ragazzo importantissimo: appena capirà il calcio italiano, sarà un protagonista. Il rosso a Brkic? Non lo capisco, il rigore basta, è un gol quasi certo per il 90% dei casi… Lo Scudetto? Vedo una bella Fiorentina, il Napoli è partito bene. I viola saranno outsider, ma i nomi sono quelli di Juventus, Napoli, Roma, Inter e forse il Milan”.

Antonio Pellegrino