Incidenti Genoa-Siena: chiesto giudizio per 12 ultras

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:43

Genoa-Siena, a giudizio 12 ultras. Il sostituto procuratore di Genova ha chiesto il giudizio immediato per 12 ultras genoani, tra cui spicca anche il capo della tifoseria rossoblu Fabrizio Fileni. La richiesta è collegata ai fatti di Genoa-Siena del 22 aprile scorso, ed i tifosi colpiti sono stati accusati a vario titolo di: aver usato violenza e minaccia nei confronti di alcuni stewards, aver invaso il settore dello stadio sopra il tunnel, aver obbligato i giocatori del Genoa a togliersi le maglie. Ad ognuno di loro è stata riconosciuta l’aggravante di aver commesso il fatto in più di dieci persone.

I fatti di quella vicenda – La contestazione degli ultras rossoblu arrivò nel secondo tempo, con il Siena in vantaggio per 4-0, in una gara che il Genoa doveva vincere, per non rischiare di andare in B. Di fronte al pesante risultato che la formazione rossoblu stava portando a casa, ci fu l’iniziativa degli ultras, che si spostarono nella gradinata dello stadio Marassi che dà sul tunnel degli spogliatoi, urlando ai propri giocatori di fermarsi, e di dar loro le maglie, perché a loro giudizio non erano degne d’indossarle. Il fatto provocò tante polemiche, ed anche un’inchiesta che è ancora aperta.

Simone Lo Iacono