Inter, avv. Vieri: “Ricorreremo alla giustizia sportiva”

Inter, Vieri – La spy story che ha visto coinvolto Christian Vieri e l’Inter si arricchisce di un altro capitolo. La Stampa riporta le parole dell’avvocato dell’ex attaccante nerazzurro, Danilo Buongiorno, che sostiene l’ipotesi di rivolgersi alla giustizia sportiva per riaprire un caso che era già stato archiviato: “La nostra intenzione è senza dubbio questa. La sentenza del tribunale di Milano ci ha dato chiaramente ragione, confermando la nostra ricostruzione dei fatti: la utilizzeremo al più presto per sollecitare un provvedimento del giudice sportivo a carico dell’Inter“. Non è tutto però, poichè anche l’ex arbitro Massimo De Santis è in causa contro l’Inter e, tra poco più di un mese, ci sarà un’altra udienza.

Risarcimento – Posto che per il caso Vieri la società nerazzurra ha già fatto sapere di voler ricorrere in appello, il club meneghino dovrà affrontare, in data 24 ottobre, un’altra udienza per difendersi dalle accuse dell’ex direttore di gara Massimo De Santis. L”accusa è, come per Vieri, quella di spionaggio tramite Telecom e la richiesta di risarcimento è molto alta: 21 milioni di euro. Ammesso che l’Inter venga nuovamente condannata, è verosimile pensare che l’importo da versare venga di molto ridimensionato, così come avvenuto per Christian Vieri, che aveva inizialmente chiesto 20 milioni di risarcimento, dovendosi poi accontentare di un milione soltanto.

Alberto Ducci