Usa: come l’Fbi spia i clienti Apple

Washington – Un gruppo di hacker, appartenente al movimento Antisec, ha accusato l’Fbi di spiare i clienti Apple. In base alla denuncia, l’agenzia federale investigativa sarebbe in possesso dei dati personali di oltre un milione di proprietari di iPhone e iPad.  Gli hacker hanno ora messo a disposizione nel web una lista con parte delle informazioni rubate dall’Fbi: i numeri di serie dei dispositivi che utilizzano il sistema operativo di Apple, iOS, e alcuni informazioni sui loro proprietari. In questo estratto sono stati eliminati dati come il nome, l’indirizzo e il numero di cellulare, per rispettare la privacy degli utenti. Tuttavia secondo Antisec, anche queste informazioni sono in mano all’Fbi.

Apple – L’azienda Apple ha utilizzato fino a qualche mese fa un numero di serie che identificava ogni dispositivo iPhone e iPad. Questo sistema serviva a impedire la copia delle applicazioni, poi abbandonato perché permetteva di violare la privacy dei proprietari. Gli hacker di Antisec, un gruppo attivo dal 2011 che fa riferimento ad Anonymous e LulzSec, si sono impegnati a rivelare le informazioni governative sottratte a causa del sistema dei numeri seriali Apple. Antisec è riuscito ad entrare all’interno di un computer di un agente dell’Fbi di NewYork scoprendo una lista con dati personali di oltre 12 milioni di clienti Apple. Ancora non è stata data una risposta ufficiale dall’agenzia federale investigativa americana, ma i dati rilevati nell’estratto dagli hacker parlano da soli.

Michela Santini