Milan, Spalletti: “Rossoneri favoriti. Galliani mi chiamò”

Milan, Spalletti – Prossimo avversario del Milan in Champions League, lo Zenit San Pietroburgo si è notevolmente rinforzato nelle ultime ore con i milionari acquisti di Hulk e Witsel. Il tecnico del club russo, Luciano Spalletti, ha parlato riguardo gli equilibiri nel proprio girone della massima competizione europea: “Hulk e Witsel sono due grandi giocatori – riporta Tuttomercatoweb.comdue campioncini abbastanza giovani che possono aiutarci nel presente, ma anche in futuro. In Champions è chiaro che vogliamo fare il salto di qualità, ma il Milan resta favorito. Ha impostato un mercato intelligente e De Jong, Pazzini e Zapata sono buoni acquisti. Zenit, Malaga e Anderlecht hanno i loro equilibri, il girone sarà difficile“.

Chiamata – Il discorso poi vira su un altro argomento: la presunta chiamata del Milan per portarlo a Milanello. L’ex tecnico della Roma conferma come ci siano stati dei contatti, anche approfonditi: “Nel 2010 Galliani mi contattò per affidarmi la panchina rossonera, ma poi mi richiamò dicendomi che ero libero e che Massimiliano Allegri avrebbe firmato con loro di lì a qualche ora“. Che Spalletti piacesse in via Turati è cosa nota, ma il fatto che club e tecnico fossero così vicini lascia pensare che, in caso di addio di Massimiliano Allegri, il discorso possa tornare attuale.

Alberto Ducci