Quebec: un morto durante comizio del primo ministro

Quebec, comizio primo ministro – Pauline Marois è la leader indipendentista vincitrice delle recenti elezioni in Quebec. Stava tenendo il suo primo comizio in una sala concerti a Montreal per celebrare la sua vittoria quando si sono uditi degli spari. Un uomo sulla cinquantina armato di carabina ha imbracciato il fucile ed ha fatto fuoco appena fuori la sala concerti. L’uomo ha ferito due persone, una delle quali è morta in seguito alle ferite riportate. Tanta paura e sgomento per il gesto inconsulto dell’uomo che, una volta rrestato, avrebbe gridato la frase “gli inglesi si stanno risvegliando” mentre la polizia lo portava via.

Vittoria elettorale – Per la 63enne Marois si tratta di una vittoria elettorale importante, innanzitutto perchè il suo partito, il Parti Quebecois, ha ottenuto 54 seggi che le permetteranno di formare un governo di minoranza, ma non la maggioranza di 63 seggi che le avrebbe permesso di andare avanti con le manovre secessioniste. Poco prima dell’attentato infatti, il neo-eletto primo ministro aveva detto: “questa notte abbiamo aperto un nuovo capitolo della nostra storia e spero che questa sarà la nostra opportunità per trovare il nostro orgoglio di popolo. Come nazione vogliamo prendere le decisioni importanti, vogliamo una nazione e l’avremo“. Quindi gli spari, e la stessa Marois a predicare calma per fare in modo che i propri sostenitori defluissero dalla sala in maniera ordinata.

Rosario Amico