Under 21, Mangia ha le idee chiare: “Vincere e divertire”

Under 21, Mangia carico – Il commissario tecnico dell’Under 21 italiana, Devis Mangia, è stato chiaro: “Dobbiamo vincere divertendo”. Certo, essere ad un passo dalla qualificazione agli Europei 2013 aiuterà a giocare in scioltezza, così come il tenore degli avversari non è di certo altissimo (Liechtenstein domani, Irlanda venerdì). Ma non bisogna mai distrarsi: anche le partite più facili possono nascondere insidie, specie se vengono prese sottogamba. Gli azzurrini affronteranno domani a Casarano i pari-età del Liechtenstein, battuti 2-7 (in 10 uomini, per l’espulsione di Borini dopo pochi minuti) all’andata. Vincere per qualificarsi: ma anche il modo in cui si vince è importante secondo Mangia: “Dobbiamo giocare bene, oltre a fare risultato. Dobbiamo ripetere la partita fatta in Olanda, cercando di migliorare e di provare anche cose nuove di volta in volta”. 

Chi va e chi resta – La politica di ringiovanimento di Prandelli ha costretto il ct dell’Under 21 a rivedere alcuni dei suoi piani. Ma per l’ex tecnico del Palermo non è un problema: “Sono contento se ragazzi come Insigne riescono a raggiungere la nazionale maggiore. Io mi accontento dei miei 25 fantastici ragazzi che sono qui con me”. Domani l’Italia dovrebbe schierare Bardi in porta; difesa con Donati e Frascatore sulle fasce e con Masi e Romagnoli in mezzo; centrocampo con Florenzi, Marrone, Viviani e Crimi; De Luca ed Immobile in avanti.

Edoardo Cozza