Venezia 2012: Spring Breakers il film più pazzo della mostra

Venezia 2012: Spring Breakers il film più pazzo della mostra. Metti quattro studentesse super sexi che girano in coloratissimi bickini in una vacanza spericolata a base di sesso droga e rock and roll. Ecco a voi Spring Breakers, del regista di culto Harmony Korine (Gummo) il film più folle del concorso ufficiale della sessantanovesima mostra del cinema di Venezia. La storia è presto detta, quattro liceali, Brit, Candy Cotty e Faith  cercano i soldi per la loro vacanza andiamo in giro a sballarci e non trovano di meglio che una rapina a un fast food. Fermate dalla polizia si ritrovano libere grazie all’intervento del pusher super cool Alien, interpretato da un James Franco in grande spolvero. Da quel momento inizia un nuovo viaggio sempre più estremo, in cui a venir seppellito è il sogno americano restituito per quello che è, un campionario di sballi e violenze che nulla costruisce se non falsi miti.

Dichiarazioni. Korine ha parlato del suo film come di un “Poema pop, un’esperienza sensoriale. Ho voluto realizzare una narrativa liquida, con pochi dialoghi” Riferendosi alla tematica del suo film, interpretato oltre a franco anche da Selene Gomez, Vanessa Hudges, Rachel Korine e Ashley Benson, il grande maledetto del cinema indipendente americano ha detto “‘Parlo di teenagers americani e forse ho portato in scena una continuazione dei personaggi cui sono attratto. ‘Spring breakers’ e’ un periodo di passaggio e i personaggi rappresentano un preciso tipo di cultura. E’ la storia di quella generazione che ha una nuova visione e una nuova anima. Si tratta di ragazze che crescono con i videogame e con i modelli della televisione“. Un’epopea lisergica e colorata che non ha mancato di scandalizzare il compassato mondo della mostra. Smel like teen spirit.

Simone Ranucci