Palermo: giocatori minacciati con uno striscione

Palermo, minacciati giocatori. L’inizio non è stato dei migliori per il Palermo 2012/2013 targato Sannino, sconfitto per 3 a 0 nelle gare di campionato giocate contro Napoli e Lazio. La rabbia di alcuni tifosi è esplosa su un muro della strada che porta ai campi d’allenamento di Boccadifalco, dove è apparso uno striscione con questa scritta: “Datevi una mossa, o vi spacchiamo le ossa”. Una minaccia più o meno velata che è arrivata dopo i fischi che la squadra ha subito al Barbera dopo la sconfitta contro il Napoli, e la protesta inscenata allo stadio dopo la chiusura del calciomercato.

Sannino: “Il mio momento più difficile” – Tanti supporters rosanero ritengono infatti il vulcanico patron Maurizio Zamparini quale principale responsabile di questo avvio choc. Secondo loro, il presidente non ha rafforzato adeguatamente la squadra, che quest’anno è stata affidata ad un tecnico di livello come Sannino. Sannino che alcune ore fa ha parlato coi giornalisti, dichiarando che questo è “Forse il momento più difficile nel mio cammino negli ultimi 7 anni”. L’ex-allenatore del Siena però ha già fatto capire che non intende arrendersi davanti alle difficoltà di questa sua nuova avventura, ed ha affermato: “Chi si aspetta che molli, attenderà tantissimo”.

Simone Lo Iacono