Crisi, Napolitano non s’illude: Ancora molto da fare

Crisi, Napolitano non s’illude: Ancora molto da fare – L’Italia “ha realizzato in tempi straordinariamente serrati, meno di 10 mesi, un densissimo programma di provvedimenti volti al risanamento della finanza pubblica e all’avvio delle necessarie riforme strutturali”, ma non ci facciamo illusioni sui risultati ottenuti, molto resta da fare. E’ questo il messaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervenuto in videoconferenza al workshop Ambrosetti a Cernobbio, a cui partecipa anche il presidente del Consiglio Mario Monti. Napolitano ha sottolineato che ”questo governo è riuscito a tenere fede agli impegni presi in sede europea’, tuttavia – ha argomentato il capo dello Stato – “non ci sfuggono la gravità del peso del nostro debito pubblico e i nodi ancora da sciogliere per la ripresa dell’economia”.

‘Nuovo Governo rispetterà scelte europee’ – Il presidente della Repubblica ha poi affrontato il tema del dopo Monti. ”Comprendiamo bene l’interrogativo che si pongono quanti fuori dall’Italia hanno apprezzato e riconosciuto lo sforzo del cambiamento prodottosi attraverso un’originale formazione di governo indipendente da pregiudiziali e contrapposizioni politiche e connotata da elevate competenze tecniche ha rilevato il Capo dello Stato. ”L’interrogativo riguarda gli scenari politici e le soluzioni di governo che potranno scaturire dal risultato delle prossime elezioni da tenersi entro e non oltre l’aprile 2013. ”Mi adopererò – ha concluso Napolitano – perché in Italia venga esplicitamente e largamente condiviso l’impegno a dare seguito e sviluppo a scelte di fondo concertate in sede europea” e ”i diversi schieramenti politici che si contenderanno il consenso degli elettori possono ben riconoscere la necessità vitale di un loro impegno convergente su questo terreno. Cercherò di sollecitare una tale manifestazione di libera e limpida consapevolezza politica, considerandolo mio dovere fino al termine del mio mandato presidenziale.