Scuola, via al concorsone: Chi può partecipare?

Centinaia di migliaia di abilitati e semplici laureati attendono con ansia di capire quali saranno gli aspetti più importanti del “concorsone” per gli incarichi legati a 11.892 cattedre nella scuola. Prima di tutto, chi potrà partecipare? Il ministro dell’Istruzione Profumo aveva già anticipato che il bando sarà aperto solo per alcune classi di concorso, e si vociferava che le assunzioni avrebbero riguardato in modo massiccio le materie scientifiche. Ma così non sarà sull’informativa si legge con chiarezza: “italiano, Filosofia, Latino e Greco, tra le altre”.

Insomma, la cosa non è semplice; per scuola d’infanzia e primaria, concorso in tutte le regioni, salvo accorpamenti dove i posti saranno pochi, e la durata sarà triennale. Una prima novità questa perché gli 11.892 posti non saranno assegnati con graduatorie biennali ma nell’arco del triennio. Per la scuola media solo alcune materie (questi i codici: A028, A030, A033, A043, A059, A245 e A345), stesso discorso per le superiori (A017, A019, A020, A025, A029, A034, A036, A037, A038, A047, A049, A050, A051, A052, A060, A246, A346, C430). Per le scuole medie e superiori potranno partecipare abilitati e laureati, mentre per la scuola d’infanzia e primaria anche i diplomati fino l’anno scolastico 2001/2002, che non hanno partecipato all’ultima voncorso nel 1999.

I. F.