Benedetto XVI, viaggio in Libano per dialogo e pace

Benedetto XVI, viaggio in Libano per dialogo e pace – Organizzato per celebrare la firma del documento conclusivo del Sinodo per il Medio Oriente, il viaggio che il Pontefice effettuerà in Libano a partire da venerdì prossimo si svolgerà, come ha detto lo stesso Benedetto XVI dopo la preghiera dell’Angelus, “sotto il segno della pace, facendo riferimento alle parole del Cristo: ‘Vi do’ la mia pace'”. “Non ignoro – ha detto il Papa – la situazione spesso drammatica vissuta dalle popolazioni di questa regione da troppo tempo straziata da incessanti conflittie “comprendo l’angoscia dei molti medio-orientali quotidianamente immersi in sofferenze di ogni tipo, che affliggono tristemente, e talvolta mortalmente, la loro vita personale e familiare”. “Il mio preoccupato pensiero – ha detto il Pontefice – va a coloro che, alla ricerca di uno spazio di pace, abbandonano la loro vita familiare e professionale e sperimentano la precarietà degli esuli”.

Il Papa: Non ci si rassegni alla violenza – A detta di Benedetto XVI, “anche se sembra difficile trovare delle soluzioni ai diversi problemi che toccano la regione, non ci si può rassegnare alla violenza ed all’esasperazione delle tensioni”. E “l’impegno per un dialogo e per la riconciliazione deve essere prioritario per tutte le parti coinvolte, e deve essere sostenuto dalla comunità internazionale, sempre più cosciente dell’importanza per tutto il mondo di una pace stabile e durevole nell’intera regione“Avrò la felice occasione di incontrare il popolo libanese e le sue autorità, oltre ai cristiani di questo caro paese e quelli provenienti dai paesi vicini”, ha detto ancora il Pontefice, concludendo con la benedizione: “Che Dio benedica il Libano ed il Medio Oriente! Che Dio vi benedica tutti”.