Curiosity: è il momento dei test sui gas

Curiosity, rover su Marte – Curiosity, ormai è noto a tutti, è il rover della Nasa in missione su Marte. Lo scopo primario della sua sortita sul pianeta rosso è verificare la presenza di acqua sul suolo marziano ma, al contempo, Curiosity dovrà esaminare l’ambiente che lo circonda, raccoglierne campioni ed analizzare l’atmosfera marziana. E proprio in questi momenti il rover della Nasa ha iniziato l’analisi dei gas che compongono l’atmosfera marziana. A differenza della Luna, che non può avere un’atmosfera, Marte è circondato da un sottile strato di gas che l’avvolge  e che ha permesso ad esempio l’atterraggio dello stesso Curiosity.

Analisi dei gas – E’ la prima volta che si riesce ad analizzare l’aria di Marte. Il rover infatti ha prelevato un campione della miscela di gas marziani e l’ha immagazzinato per poterlo esaminare. Un altro primato tecnologico della missione marziana di Curiosity. Gli studiosi hanno osservato dalla Terra la presenza di metano nell’aria del pianeta rosso, ma essendo questa piena di CO2, non ci si spiega come il metano possa permanere nell’atmosfera del pianeta così a lungo in condizioni così estreme. I risultati di questo primo esame potrebbero aversi già la prossima settimana, ma potrebbe volerci molto più tempo per avere garanzie sulla presenza di metano tra i gas che compongono l’atmosfera del corpo celeste.

Rosario Amico