Simona Cavallari, da “Squadra antimafia” a “Le mani dentro la città”

Le mani dentro la città – Dopo aver indossato i vestiti di Claudia Mares, il capo della squadra Duomo in lotta contro la mafia di Palermo nella fiction Squadra Antimafia – la quarta stagione televisiva parte domani sera su Canale 5 – l’attrice torna ad interpretare il ruolo di una poliziotta. Simona Cavallari sarà, infatti, il capo di una squadra che combatte la ‘ndrangheta a Milano in una nuova fiction dal titolo Le mani dentro la città. La serie tv, che prevede in tutto sei puntate, è prodotta da Pietro Valsecchi . Le riprese dovrebbero cominciare a breve. E’ stato Roberto Saviano a rendere nota la presenza della criminalità organizzata in Lombardia nel corso del programma Vieni via con me. Le parole dello scrittore avevano fatto infuriare la Lega e soprattutto Maroni. Dopo il tanto rumore di qualche anno fa, ecco che arriva una fiction a raccontare uno dei principali problemi del nostro Paese.

Simona Cavallari parla della fiction “Si tratta di un tema forte e attuale. Mi piacerebbe poter raccontare un’Italia diversa, più pulita, ma purtroppo, se si vuole descrivere la realtà, che è quello che la gente dimostra di voler vedere, bisogna ancora parlare di mafia, camorra, ‘ndrangheta”, afferma Simona Cavallari (fonte Il Corriere della Sera). Su Roberto Saviano l’attrice dice:Saviano ha scoperchiato qualcosa che già c’era: le organizzazioni criminali si muovono dove c’è denaro e il Nord, Milano, sono ricchi”. L’attrice è già al mavoro per la nuova fiction e sta pensando a come recitare in modo che il suo nuovo personaggio non assomiglia a Claudia Mares. “Sto pensando già dal fisico, dai capelli, dall’abbigliamento a come caratterizzare la mia poliziotta perché sia diversa dalla Mares”.

L.E.