Tennis, Us Open: Djokovic stende Ferrer, in finale affronterà Murray

E’ Novak Djokovic il secondo finalista degli Us Open di tennis: domani affronterà Andy Murray, che ieri ha piegato Berdych nell’altra semifinale. Sul cemento di Flushing Medows, il serbo ha steso David Ferrer in quattro set: 2-6, 6-1, 6-4, 6-2, il risultato alla fine di un match durato praticamente due giorni. Sì, perché oggi è andato in scena il secondo tempo di un incontro che ieri, in una tempesta di vento, aveva visto Ferrer portarsi sul 5-2 nel primo set prima che un allarme tornado costringesse gli organizzatori a rinviare il match ad oggi. E oggi, senza vento, il tornado è stato Djokovic: perso il primo game (e quindi 6-2 il set), il serbo ha schiacciato lo spagnolo mettendo in mostra quella forza che gli aveva permesso di arrivare fino ad oggi senza lasciare un solo set per strada: 6-1, 6-4, 6-2, in appena 1 ora e 55 minuti di gioco. Troppo facile.

Condizioni impossibili – In finale, come detto, Djokovic se la vedrà con Andy Murray. Nella prima semifinale, giocata in condizioni meteo proibitive, lo scozzese ha avuto la meglio sul ceco Tomas Berdych con il punteggio di 5-7, 6-2, 6-1, 7-6 in 3 ore e 58 minuti. Nonostante il successo, che gli permette di scavalcare Rafa Nadal al terzo posto della classifica Atp (lo spagnolo, infortunato al ginocchio, non tornerà in campo prima di novembre), Murray non è sembrato felice al termine del match contro Berdych. Lo scozzese ha puntato il dito contro gli organizzatori del torneo, rei di aver fatto disputare l’incontro nonostante il forte vento: “Non avevo mai giocato in condizioni climatiche difficili come queste. La finale di domani? Darò il massimo per vincere: dopo essere sopravvissuto a questo incontro, sono pronto a tutto“.

Pier Francesco Caracciolo