Treviso: non paga alimenti per 12 anni, arrestato

Il 52enne di Treviso che non ha pagato gli alimenti alla ex moglie per ben 12 anni, ignorando la sentenza del giudice a seguito della causa di divorzio, oggi è stato arrestato. Subito dopo la causa che aveva sancito legalmente la fine del matrimonio, l’uomo aveva versato alcune somme di denaro, ma dopo qualche tempo aveva deciso di interrompere il versamento di quanto dovuto.

La ex moglie, vedendo che l’uomo aveva interrotto ogni trattamento economico, era ricorsa alle vie legali, denunciandolo praticamente una volta al mese, quando cioè l’assegno di mantenimento per i figli dovuto non veniva versato, facendogli quindi collezionare una serie di denunce lunga 12 anni. E’ stato proprio il numero tanto alto e il riconoscimento del torto in giudizio dell’uomo, che hanno portato alla condanna a scontare tre mesi in carcere.

Il 52enne, che attualmente ha una nuova compagna, ha accumulato un debito, nei confronti di moglie e figli, ammontante a oltre 20mila euro, ai quali si aggiungono i danni morali. Ora, dopo essersi visto arrivare in casa le forze dell’ordine per ammanettarlo e condurlo in carcere, sarà costretto a versare le intere cifre, stabilite dal giudice, che saranno indubbiamente ben più alte. Il caso di Treviso rappresenta quindi un precedente, nonché un avvertimento, a tutti coloro i quali, sperando di farla franca, si autoescludono, in modo del tutto arbitrario, dall’assumersi le proprie responsabilità di padri.

Marta Lock