Botta e risposta tra Italia Futura e l’Udc. Voi il nuovo? Vi aspettiamo

Italia Futura contro l’Udc – La fondazione presieduta dal padrino della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, attraverso il suo sito ironizza e attacca il nuovo soggetto politico presentato da Casini a Chianciano.
Parole dure fin dal titolo dell’editoriale, La pesca a strascico di Casini e i docili tonni della società civile.
Una buona pesca“, fa notare l’autore “mentre la società civile italiana ha dimostrato, e non è la prima volta, la sua subalternità alla politica, anche quella indebolita di questo finale di seconda Repubblica“.
Poi l’affondo all’Udc e la proposta di rinnovo: “Da una parte l’Udc si candida a proseguire la politica del rigore e del rinnovamento inaugurata dal governo Monti, dall’altra schiera una prima fila che, sia pure con grande rispetto per le persone e le storie individuali, di nuovo ha davvero poco: Paolo Cirino Pomicino, Ciriaco De Mita, Rocco Buttiglione, Giorgio La Malfa, Giuseppe Pisanu e financo Renata Polverini“.
Non mancano critiche ai politici ed elementi di governo intervenuti alla convention di Chianciano: “Possibile che a ministri e viceministri non sia venuto in mente di prendere del tempo per capire la reale concretezza dell’operazione prima di spendere il loro piccolo o grande patrimonio di credibilità? Tra l’altro questo avrebbe giovato all’esecutivo, oggi esposto alle legittime critiche di Pdl e Pd dopo che ministri di primo piano hanno dichiarato più o meno apertamente di far parte del progetto di Casini“.

La replica dell’Udc – Non tarda ad arrivare la replica del partito di Casini: “Noi amiamo sommamente quanti possono migliorare la politica. Adesso aspettiamo Italia Futura”.