Amici 12: Il fallimento della nuova formula

Amici 12: Il fallimento della nuova formula. Gerardo Pulli chi era costui? Amici di Maria De Filippi è nato come un talent show, negli anni si è affermato come inesauribile riserva di cantati da primi posti nella hit parade, ma lo scorso anno qualcosa non è andata a buon fine. Infatti chi ha notizie di Gerardo Pulli il vincitore dell’edizione numero 11 del programma? La domanda è ovviamente retorica. La risposta è scontata. Nessuno. Cos’è successo che non è andato? Probabilmente la voglia della conduttrice di puntare più sull’aspetto talent che su quello reality. Più musica e meno polemiche a partire dal serale. Gli ascolti hanno premiato la nuova formula, ma a conti fatti, se lo scopo del programma è lanciare nuovi divi, si può dire che la nuova formula è stata un fallimento.

Empatia. Il punto è che il grande pubblico si è avvicinato a un’Alessandra Amoroso o a un’Emma Marrone non solo per le loro doti canore. Le due sono onestissime vocalist, dotate di una buona capacità di reggere il palco, ma di certo senza l’aiuto di Amici non sarebbero mai emerse. Amici infatti ha permesso che la gente si appassionasse alle loro storie. Quello che faceva il serale in fin dei conti era scrivere puntata dopo puntata un romanzo di formazione in cui si sviluppava un rapporto empatico con i concorrenti.

Possibilità. Di fatto la sensazione ultima è stata che Alessandra, Emma, Marco Carta etc. fossero delle persone di famiglia per cui fare il tifo una volta entrate nel mondo adulto della discografia. Comprare un disco di uno di loro significava comprare il disco di una persona di cui si conosceva anche l’aspetto umano, il dietro le quinte. La bellezza delle canzoni era relativa. Impostare il programma sul talento puro, eliminare cioè l’aspetto della narrazione, ha implicato e implicherà la ricerca di talenti assoluti. Se insomma prima bastavano le doti di un’Alessandra per emergere, ora ci sarà bisogno di essere i nuovi Vasco, Ligabue, Laura Pausini. Insomma dei fenomeni. E non sarà sempre domenica, anche per regina Maria De Filippi.

Simone Ranucci