Caos Genoa-Siena: deferiti Preziosi e 16 rossoblu

Caos Genoa-Siena, ecco i deferimenti. La Procura della Figc ha comunicato i deferimenti legati al caos scoppiato durante Genoa-Siena dello scorso campionato. Le decisioni dell’organo federale hanno colpito il presidente rossoblu Preziosi, il dirigente del Genoa Francesco Salucci, e ben 16 giocatori della compagine ligure. I giocatori deferiti sono: Sebastien Frey, Andreas Granqvist, Marco Rossi, Rodrigo Palacio, Giandomenico Mesto, Cesare Bovo, Juraj Kucka, Alberto Gilardino, Davide Biondini, Luis Miguel Pinto Veloso, Jose Eduardo Bischofe, Valter Birsa, Kahka Kaladze, Jorquera Torres Cristobal, Giuseppe Sculli e Luca Antonelli. I tesserati coinvolti dovranno rispondere di violazione dell’Art. 1 del Codice di Giustizia sportiva.

Più grave la posizione di Sculli – Per Sculli la Procura della Figc avrebbe aggiunto anche delle aggravanti, perché avrebbe “reso dichiarazioni non veritiere, in quanto a conoscenza dell’organizzazione preventiva della contestazione, nonché della preordinazione dei tumulti per la gara Genoa-Siena, perché riferitagli direttamente da uno dei capi ultrà della tifoseria del Genoa” e “per aver poi intrattenuto contatti con alcuni esponenti della tifoseria ultrà locale”. Sulla vicenda legata ai deferimenti della Figc è intervenuto l’Ad rossoblu Alessandro Zarbano, che all’Ansa ha dichiarato: “Non abbiamo ancora potuto leggere gli atti. Prima di fare qualsiasi commento vogliamo capire bene cosa c’è scritto”.

Simone Lo Iacono