Fuorionda di Favia: Su Facebook lo scontro dei grillini

Il caso Favia, uno degli esponenti di spicco del Movimento 5 Stelle,  non si è ancora chiuso. Dopo la bufera scatenata dal fuorionda, che aveva trattenuto il suo sfogo contro i vertici del Movimento e in particolar modo contro Gian Roberto Casaleggio, Favia ha spiegato la situazione prima con un’intervista al Fattoquotidiano.it, e poi alla trasmissione serale di Otto e mezzo, in onda su La7. Il suo intervento non è però piaciuto a tutti, alcuni apprezzano il chiarimento e lo perdonano, altri hanno visto nel suo prender parola soltanto un altro modo per ottenere visibilità ed apparire in televisione, violando anche il divieto di Grillo di comparirvi.

A Favia è così bastato postare sulla sua pagina Facebook l’intervista rilasciata al programma condotto dalla giornalista Lilli Gruber per procurarsi più di cento commenti, molti indizi di un malumore diffuso all’interno del movimento che va ben oltre il caso Favia. Gli attacchi sono duri: “Vergognati con quale coraggio stai minando un Movimento bellissimo? Se avessi un minimo di dignità dovresti andartene”, “Se volevi bene al movimento ieri te ne stavi a casa. Mi sa tanto che pensi di più a salvare la tua faccia”, “un ragazzino da buttare fuori dal Movimento”, sono solo alcuni di commenti. Arriva anche qualche messaggio di sostegno, come: “L’unico errore è di non aver detto quelle cose in pubblico, mesi fa”. Ma la bufera è destinata a proseguire.

I. F.