L’Urna Biologica: trasforma le ceneri dei defunti in un albero

Il designer spagnolo Martin Azua ha ideato un’urna funeraria ecologica e biodegradabile, all’interno della quale è possibile deporre le ceneri dei propri cari e far crescere su di esse un albero. L’idea oltre ad essere un’idea ecologica che evita di inquinare l’ambiente con le nostre spoglie mortali, è anche un’ idea dalla valenza spirituale.

L’albero è infatti da sempre un simbolo concreto dello vita, ed in questo caso anche della continuità tra vita terrena e vita celeste, per chi vuole vederla così. L’albero infatti affonda le sue radici nella terra dalla quale veniamo ed alla quale torniamo, ma con i suoi rami si staglia nell’aria, estendendosi verso il cielo.

L’urna biologica disegnata da Azua è interamente realizzata con materiali biodegradabili, tra cui gusci di noci di cocco e fertilizzanti organici, e il seme di un albero a scelta. Il seme può essere scelto tra varie tipologie, a seconda dei gusti estetici e affettivi, tenendo conto delle esigenze di spazio.

Ma come funziona esattamente l’urna biologica? Si aggiungono le ceneri del defunto al suo interno, si pianta nel terreno, dove in breve tempo germoglierà il seme e pian piano la pianta comincerà a crescere rigogliosa. Per fare un albero, ci vuol la cenere.

A.U.