Napoli: Carabinieri trovano contabilità dello spaccio di droga

Napoli, contabilità spaccio – Nell’ambito del blitz effettuato dalle forze dell’ordine nei quartieri di Scampia e Secondigliano, i Carabinieri hanno compiuto una perquisizione in un’abitazione di una persona ritenuta perno centrale di tutta l’organizzazione malavitosa del clan Di Lauro. Nel suo appartamento sono stati trovati oltre 27.000 euro ed un taccuino con alcuni appunti. Parrebbe si tratti della “contabilità dello spaccio”. Anche se ancora non v’è certezza sul reale contenuto di quelle note, il blitz congiunto compiuto dalle forze dell’ordine a Scampia e Secondigliano sta dando i suoi frutti giorno dopo giorno.

Bloccare l’attività – Polizia e Carabinieri stanno setacciando le zone di Scampia e Secondigliano maggiormente interessate dallo spaccio di droga. Lo scopo, ovviamente, è quello di bloccare il traffico di stupefacenti proprio nelle piazze maggiormente interessate dal fenomeno. E il denaro ed il materiale sequestrato in casa di un 36enne residente nel Rione dei Fiori costituiscono un bel passo avanti nelle indagini. L’uomo è un pluripregiudicato e nei suoi appunti, da una prima analisi, pare compaiano, oltre al denaro in entrata e in uscita derivante dalla compravendita di droga, anche le spese di gestione dello spaccio (ovvero, la benzina per i motorini, il cibo per i pusher, le paghe per gli affiliati e i soldi spesi per le parcelle degli avvocati). In attesa, naturalmente, che emergano altri importanti dettagli dallo studio più approfondito di questi appunti.

R. A.