Serie A, Palermo-Cagliari 1-1: Rios non basta, Sau salva i sardi

Finisce in parità, 1-1, il primo anticipo della 3^ giornata di Serie A tra Palermo e Cagliari. La partita, bruttina, viene sbloccata sul finire del primo tempo da Arevalo Rios, bravo a sfruttare un assist di Miccoli e a trafiggere Agazzi con un gran destro dal limite. Il vantaggio rosanero dura fino all’88’, quando il Cagliari acciuffa il pareggio grazie al colpo di testa ravvicinato di Sau, subentrato al quarto d’ora della ripresa a Thiago Ribeiro. Dopo due sconfitte consecutive, dunque, il Palermo trova il primo punto stagionale, ma esce tra i fischi di un Barbera deluso dall’ennesima prova opaca. Il sorriso più largo è quello di Ficcadenti: i sardi centrano il secondo pareggio consecutivo dopo quello casalingo contro l’Atalanta e conquistano un punto preziosissimo.

Infortunio per Cossu – Sannino sceglie la coppia formata da Miccoli ed Hernandez, Ficcadenti punta sul tridente composto da Cossu, Pinilla e Thiago Ribeiro. L’inizio di partita è soporifero, lentamente i sardi cercano di venir fuori: Thiago Ribeiro ci prova dal limite, Ujkani si supera e manda in angolo. L’attaccante brasiliano è tra i più attivi: sinistro da buona posizione, il portiere rosanero blocca. Per vedere il Palermo bisogna aspettare il 27′, quando Miccoli spara da 30 metri costringendo Agazzi alla fortunosa parata di tacco. Poco dopo la mezz’ora Ficcadenti è costretto al primo cambio: problemi muscolari per Cossu, entra Ibarbo. Per i sardi le brutte notizie non finiscono qui, perché al 41′ il Palermo sblocca il risultato: tocco di Miccoli per Arevalo Rios, destro fulminante dal limite e Agazzi è battuto.

Sau salva Ficcadenti – Come nel primo tempo, le prime fasi della ripresa sono sonnolente. Ibarbo prova a dare la scossa al Cagliari, ma Pinilla non si fa trovare pronto all’appuntamento. Sannino inserisce Kurtic per Ilicic, Ficcadenti risponde con Sau al posto di Thiago Ribeiro: un cambio che si rivelerà decisivo. Il Palermo si limita a contenere, ma quando può punge con il solito Miccoli: il capitano ci prova di nuovo su calcio piazzato, Agazzi – ancora sorpreso – è costretto al difficile intervento. All’82 il Barbera esplode, ma il raddoppio del Palermo è irregolare: Donati, autore del colpo di testa vincente, parte da posizione irregolare. Passano appena 6′ e il Cagliari trova l’insperato pareggio: cross di Conti da destra, Ujkani salva su Perico, irrompe Sau che insacca di testa. E’ la rete del definitivo 1-1.

Pier Francesco Caracciolo